Home | Notizie | Iniziative | Newsletter | Valli del Mincio ( The Mincio Valleys ) | Cerca nel sito | Contatti
Menu

Pagina facebook
Amici del Mincio

Amici del Mincio - Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere aggiornato su iniziative e notizie dalle Valli del Mincio.

Iscriviti adesso!


Online
Abbiamo 0 utenti iscritti in linea.

Non siete registrati?
Potete farlo con un click qui.

Login
 



 


Registrazione

Recupero pwd smarrita.


Il Parco cambia i confini, l’oasi in crescita del 23%

La decisione: nel 2017 l’area passerà dai 1.172 ettari del 1984 a 1.443 ettari. Ma vengono persi 49 ettari rispetto alla zona protetta “di fatto” dal 2000


di Rita Lafelli


rs_cronaca MANTOVA. La riserva “Valli del Mincio” è pronta ad ampliare i propri orizzonti. Ieri sera la comunità del Parco ha approvato all’unanimità un documento di indirizzo che prevede l’incremento del volume dell’oasi naturale, grazie all’inclusione di gran parte dei terreni oggi protetti dall’ente soltanto in via ufficiosa.

Rispetto alle dimensioni originarie sancite nel 1984 ed integrate quest’anno con l’inserimento dell’isola dell’Airone Rosso, nel 2017 la riserva crescerà di oltre il 23 percento, passando da 1.172 ettari a 1443. Rispetto, invece, ai confini attualmente in salvaguardia, che includono anche i terreni inseriti nel 2000 con una delibera mai ratificata dalla Regione, si registra una perdita di 49 ettari. Le aree che usciranno dal perimetro della zona protetta sono agricole, oppure occupate da edifici.

Si tratta, dunque, di scenari che poco si sposano con l’habitat naturale della Valli del Mincio, come ha sottolineato il presidente del Parco, Maurizio Pellizzer, manifestando soddisfazione: «Il risultato, nella sua complessità, è buono. Positivo anche il percorso effettuato con il coinvolgimento generale di tutti i soggetti interessati». Il documento approvato ieri è il frutto di mesi di lavoro, che hanno visto l’ente confrontarsi con i Comuni di Mantova, Rodigo, Curtatone e Porto. Il prossimi passi prevedono il completamento della proceduta di Vas, l’adozione della variante da parte della Comunità del Parco e la ratifica del consiglio regionale. Ma vediamo nel dettaglio come cambierà la riserva. In totale entreranno ufficialmente nel perimetro dell’area protetta 271 ettari, di cui 229 situati a Mantova (per la precisione nelle cave Zanetti e in fregio alla statale 10, all’altezza dell’istituto lattiero caseario).

A Curtatone, invece, l’incremento è molto limitato, a fronte dello stralcio di un’ampia porzione occupata dal Centro Tori e dall’area Marconi. L’oasi naturale si contrae anche agli Angeli e Rivalta, dove usciranno quasi 4 ettari. «Sono terreni cementificati – ha precisato il sindaco di Rodigo, Gianni Chizzoni – il nostro Comune è l’unico in cui tra riserva e centro abitato non ci sono fasce intermedie». In serata, inoltre, la Comunità del Parco ha approvato l’aggiornamento del Dup, l’accordo con la Regione per la realizzazione del progetto “Mantova Ciclabile”, l’adesione al “Gal Garda e Colli Mantovani” e le variazioni al bilancio, che nel 2017 si chiuderà in perfetto equilibrio con entrate ed uscite pari a 2milioni e 501mila euro. Confermata anche la quota di contribuzione che la Provincia ed i 13 Comuni soci dovranno versare: 1.90 euro all’anno per abitante.

[ Fonte: Quotidiano "Gazzetta di Mantova" del 19/12/2016 ]

Vedi altre notizie di: Rassegna stampa - cronaca


Ultimo agg. 20/12/2016 ( 1648 letture | Invia )


Gli Amici del Mincio sono la sezione ambiente della Pro Loco Rivalta (Mantova) - Crediti e disclaimer - RSS notizie
Se non diversamente specificato testi, fotografie e altri contenuti sono Copyright © 2005-2015 Pro Loco Rivalta

Privacy Policy

hosting and web design by marcomunari.it